Sono invitati a registrarsi i soggetti, le persone fisiche o giuridiche, che rappresentano professionalmente interessi leciti, anche di natura non economica.

È necessario essere registrarti nel caso in cui si voglia richiedere un incontro al Ministro, a partire dal 1°maggio 2017.

L’agenda degli incontri della Ministro viene aggiornata con cadenza mensile.

L’agenda conterrà, per ciascun appuntamento, l’indicazione:

  1. della data e del luogo dell’incontro;
  2. dei nomi dei partecipanti;
  3. dei motivi dell’incontro.

Non saranno pubblicati sull’agenda gli incontri aventi motivazioni di natura personale e quelli per i quali sussistano particolari esigenze di riservatezza.

Ambito di applicazione e definizioni

Le attività rientranti nell’ambito di applicazione dell’agenda comprendono la rappresentanza di interessi e le attività di sostegno.

Si definiscono “Portatori di interessi particolari” i soggetti, le persone fisiche o giuridiche, che rappresentano professionalmente interessi leciti, anche di natura non economica, al fine di incidere sui processi decisionali pubblici in atto ovvero di avviarne di nuovi. Nell’espressione sono compresi anche coloro che, pur operando nell’ambito o per conto di organizzazioni il cui scopo sociale prevalente non è l’attività di rappresentanza di interessi particolari, svolgono, per conto dell’organizzazione di appartenenza, l’attività di rappresentanza di interessi particolari.

Si definisce “Attività di rappresentanza di interessi” ogni attività svolta da persone, organizzazioni, associazioni, enti, imprese o società attraverso proposte, richieste, suggerimenti, studi, ricerche, analisi e qualsiasi altra iniziativa o comunicazione orale e scritta, anche trasmessa per via telematica, intesa a perseguire interessi leciti di rilevanza non generale.

Il Registro si applica a tutte le attività volte a influenzare - direttamente o indirettamente - i processi decisionali e l'elaborazione e attuazione delle politiche di competenza della Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione, a prescindere da dove si svolgono e dal metodo di comunicazione utilizzato. 

Si definiscono “Processi decisionali pubblici” quei procedimenti di formazione dei disegni di legge, decreti ministeriali, decreti direttoriali e regolamenti ministeriali per i quali è prevista, secondo la normativa vigente, l’AIR. 

 

Iscrivere il vostro organismo Aggiornate la vostra registrazione